Essere x Conoscere x Gioire

Orari corsi e satsang

Martedì , Mercoledì, Giovedì, Venerdì
10,00-12,00 * 15,30-17,30 * 17,30-19,30 * 20,30-22,30
Fabio Valis, insegnamenti e condivisioni Cell. 340.5140439



mercoledì 30 dicembre 2015

Richiesta di Informazioni e Condivisioni sulla pratica dell' Atman Yoga

La Gabbia in cui siamo rinchiusi e limitati ha 5 Lati. Questo è tutto.
Cosa significa ciò?
Significa che il Sesto Lato è mancante, è il Vuoto aperto sull'ignoto infinito:
è la Trascendenza nella purezza vasta, amorevole, libera, intelligente, segreta
dell' ATMAN chiamato Sat Cit Ananda, ossia Essenza di Coscienza e Beatitudine.
Questo Sesto Lato è oltre la Terra, l' Acqua, l' Aria, il Fuoco, lo Spazio, il Tempo.
Oltre lo spazio-tempo della fisica relativistica, oltre il corpo-mente della psicosomatica.

Non lasciarti trarre in inganno da coloro che insegnano e divulgano uno YOGA laico
per cristallizzare la Coscienza in una Unione integrale di corpo e mente:
lo YOGA in realtà è la scoperta del Distacco eterno dal corpo e dalla e mente.

Ricerca con sensibile concentrazione e consapevolezza questo Distacco.
Trova la Liberazione eterna dell' Anima.
Questo cammino è il percorso che si compie con l' Atman Yoga.
Vivi e Trascendi.

Domande?

Condivisioni?

Se posso, quando posso, rispondo.
Mi trovo a Ravenna, spesso propongo seminari e vacanze ritiri spirituali,
yoga e meditazioni in Romagna e Toscana.
http://www.atmanyoga.it

NAMASTE'

mercoledì 14 ottobre 2015

A Ravenna Vi.Vo e Vi.Va, i 2 nuovi Seminari per imparare bene a Meditare

Vi.Vo e Vi.Va
Questi 2 Seminari di Atman Yoga, Vi.Vo e Vi.Va si svolgono nell’arco della stessa giornata dalle 9.00 alle 18.00.
Vi.Vo è dedicato alla Vitalità e alla Volontà, Vi.Va è dedicato alla Visione interiore e alla Vastità dell’ Essere.
La pratica dell’ Atman Yoga nella sua completezza abbraccia i 3 mondi, primo quello terreno, secondo quello lunare, terzo quello solare.
Per il mondo terreno, cioè quello della materia, dei sensi, del corpo fisico, l’ Atman Yoga lavora con sequenze di asana (tipo i 5 riti tibetani) con le quali andremo a rafforzare il campo vitale dell’organismo.
Per il mondo lunare, cioè quello mentale, in questo seminario di Vitalità e Volontà metteremo in pratica gli insegnamenti di un grande maestro yogi buddista, Milarepa, conosciuto anche come il “Leone dell’ Himalaya” per la sua resistenza fisica e forza di volontà, disciplina morale rigorosa e potenza psichica e magica. A tal fine lavoreremo con forme di pranayama e mudra simbolici, cioè esercizi di respirazione e delle mani, per la pulizia energetica e la condensazione della Determinazione interiore, facendo esercizi di scrittura energetica e mantrica.
Con Vi.Va si vuole trascendere sia il mondo terreno sia quello lunare, cioè partendo da pratiche di Meditazione cognitiva, come la Meditazione vipassana, ci si prepara per affinare la visione interiore delle qualità universali spirituali dell’ Essere, e per percepirne la vastità con la Meditazione trascendentale.
Mi rendo conto della complessità del percorso che propongo di svolgere unendo in un sol giorno i 2 seminari, quando ciascuno andrebbe approfondito a sé; ma la decisione di questa scelta nasce da una constatazione: sempre più spesso mi è dato incontrare persone molto “avanti” e preparate, ma altrettanto spesso vedo che viene smarrito il senso del tutto, cioè che non si possiede un orientamento nel proprio cammino evolutivo. E’ un paradosso, ma ciò che viene chiamato olistico spesso viene fatto a pezzi, la conoscenza viene frantumata, così pure la pratica e l’esperienza; si perde allora la visione della realtà spirituale proprio mentre ci si impegna in un fare empirico energetico esperienziale riduttivo.

domenica 18 maggio 2014

Iniziazione alla meditazione



SEMINARIO DI INIZIAZIONE ALLA MEDITAZIONE.
 
Durata 3 ore, gratuito, sempre aperto.
 

lunedì 13 agosto 2012

Ritiro spirituale di meditazione yoga (Massa Carrara)..

Ritiro spirituale di Yoga: 14-15-16 Settembre. Ritiro dedicato intensamente all'apprendimento della Meditazione (12 ore di pratica e teoria) e allo studio approfondito di 6 asana dello yoga (5 ore). Apporterà “mezzi utili” e “messaggi essenziali” per il miglioramento del karma in funzione della pacificazione, comprensione e liberazione dell'anima. Forse intuiremo i passi meno noti dello yoga che si inoltrano in esperienze e facoltà considerate “magiche e paranormali...” Il Casale che ci ospiterà è in un bosco di viva ricchezza energetica che potrà ben accoglierci nella nostra esplorazione sovrasensoriale; in località Merizzo, raggiungibile dall'uscita A15 di Pontremoli (Massa Carrara). La cucina sarà vegetariana. Quota 180 E. E' una proposta di: “ATMANYOGA – Scuola di Meditazione - Ravenna”. Tel. 340.5140439 Fabio Valis.

giovedì 10 maggio 2012

OM Saluto cosmico Surya Namaskar.

http://www.youtube.com/watch?v=EyWa0Ocfieo Rito yoga di saluto cosmico.

sabato 17 marzo 2012

Lo specchio e un amico.

Ho incontrato un amico che non vedevo da tanto tanto tempo. Come me iniziò nel 1994 ad interessarsi ad una antica disciplina orientale, ed oggi ne è maestro. (Preferisco tenerne celata l'identità per cui non farò nome di lui né della disciplina). Si avvicinò a quell'arte per cercare un approccio alternativo ad un problema di salute che la medicina occidentale non riusciva a guarire, ebbene quel problema è ancora lì. E se avesse provato con la meditazione yoga sicuramente la situazione non sarebbe migliore. Parlando con lui non l'ho trovato cambiato per niente, lo stesso umore rugginoso cinico volgareccio e godereccio riguardo alle cose del mondo, senza malanimo e presunzione si presenta con franchezza. Ebbene, nessun cambiamento (almeno per quello che posso ricevere da lui), ho incontrato la stessa persona che conoscevo. Ma allora che senso ha seguire una disciplina se non ti garantisce la guarigione nel corpo e neppure la trasformazione coscienziale? Mentre mi raccontava dei suoi viaggi, dei suoi studi, degli incontri con il suo maestro, sentivo la sua gioia, la sua carica, sentivo che aveva trovato la sua via per vivere con intensità e senso questa vita: si stava divertendo e stava imparando a conoscere sottili sfaccettature dell'energia vivente: trovo che ciò sia già tanto; in lui vedevo rispecchiare il mio cammino di questi anni, da allievo a maestro, con la meditazione e lo yoga (specifico "meditazione e yoga" anche se ciò non dovrebbe essere necessario: purtroppo che yoga sia meditazione non è ancora un'informazione acquisita). Ma per quanto mi riguarda vedo come in me lo yoga abbia innescato anche una bella "nuova nascita" o trasformazione, ed è questa che cerco di condividere con i nuovi e vecchi allievi, ma non c'è una garanzia che ciò accada.

martedì 21 febbraio 2012

Seminario Yoga e Chakra. (Ravenna, 11/03/2012)

Il nuovo seminario yoga e chakra a Ravenna domenica 11/03/2012. I chakra sono vortici di forze che agitano o armonizzano o smorzano le qualità dell'anima, sono attivi su diversi livelli di coscienza-energia, possiamo imparare a conoscerli e a renderceli amici nel nostro cammino di consapevolezza. Il seminario ti propone una combinazione di esercizi fisici con le asana dello yoga come forme pensiero; di tecniche di respirazione con i pranayama come modi di stimolazione energetica e controllo emotivo; di meditazioni per la percezione e comprensione dei livelli inferiori, intermedi ed elevati della coscienza, per promuovere così il viaggio dell'anima verso la trascendenza. Nel seminario sperimenti come possa essere facile dedicarti giornalmente momenti di rigenerante rilassamento, come sia semplice dirigere l'attenzione consapevole verso percezioni energetiche colme di significato, e come dal rilassamento e dall'attenzione maturi una consapevolezza dell'armonia che porta benefici estesi per la comprensione dei propri moti d'umore, per la stabilizzazione serena del proprio carattere, per l'uscita dalla psicosomatizzazione, per risanare in modo equilibrato le relazioni con l'ambiente di vita e con gli altri. Io vivo a Ravenna dal 1965. Qualche anno dopo aver conseguito la laurea in indirizzo psico-sociale, ho incontrato colui che sarebbe diventato il mio maestro, Eugenio Pasi, un bramino dell' Università Spirituale di Monte Abu (India), iniziai a frequentare i satsanga (incontri di realizzazione) individuali e ad apprendere così i fondamenti ed i valori del Raja Yoga. Quando nel 1996 egli ritornò in India per lasciare il corpo iniziò il mio cammino di maestro. Nel rispetto della trasmissione degli insegnamenti del Raja Yoga conduco di preferenza corsi individuali o di coppia; occasionalmente propongo seminari di gruppo per stimolare intensamente la buona volontà di sbloccare la letargia dei sensi sottili e di procedere con gioia verso le vette della coscienza d'anima. (Fabio Valis). Argomenti e pratiche: Presentazione dei partecipanti. Riassunto e sintesi di gruppo sulle conoscenze, sulle tecniche, sui dubbi riguardo i chakra e sugli obiettivi di ciascuno rispetto al seminario. Il 1° e 2° chakra. Asana, esercizi per l'energia vitale: i "5 tibetani". Il 3° chakra. Pranayama della Potenza Fuoco. Meditazione sui 3 elementi energeticamente legati ai primi 3 chakra: Terra, Acqua, Fuoco. Le 3 forme dell'energia dei chakra. Lavoro di gruppo su: stanchezza, lotta, serenità. Meditazione guidata attraverso i colori dei chakra. Condivisione delle proprie esperienze percettive. Problematiche, potenze e coscienza. Il 4°, 5°, 6° chakra. Le cose che non so riguardo a ciò che vorrei. Le cose che dico a me stesso. La legge del: Dare è Ricevere. Come generare benessere. Asana con le forme pensiero per la forza ideale. Meditazione sui 3 elementi energeticamente legati al 4°, 5° e 6° chakra: Aria, Suono, Luce. Pranayama della Potenza Chiarezza. Condivisione delle proprie visioni ideali. Possedere le Potenze dei chakra. Meditazione guidata attraverso i colori dei chakra. Vivere e maturare nella conoscenza spirituale. Ore 17.30 Meditazione del 7° chakra Strati dell'io e livelli di coscienza. Il cammino della liberazione: la Trascendenza. ....E' una panoramica approfondita di uno degli aspetti di base dello yoga. I chakra ci guidano attraverso un percorso di 7 livelli di coscienza, dal più tangibile al più sottile, dal più ordinario al più soprannaturale, in questo modo tutti hanno la possibilità di ritrovarsi ad un certo livello e partire da lì per affinare passo dopo passo la propria coscienza percettiva. Pure gli esercizi fisici sono ben fattibili per chi inizia se si ha un corpo sano e non richiedono prestazioni ginniche forzate....

mercoledì 15 febbraio 2012

La Meditazione di Shiva: Mahashivaratri

La notte di Shiva è uno degli aspetti più significativi del cammino spirituale dell'India. Essa viene vissuta con la meditazione sulla dissoluzione universale. Il samsara, o la “manifestazione”, o la “matrice”, così viene chiamato l' Universo, è visto come una vibrante onda che nasce, si espande e si dissolve in un arco di circa 311.040 miliardi di anni, questa è la visione degli antichi veggenti dello yoga. Come i maestri veggenti potessero “vedere” nel proprio “cuore” gli aspetti della manifestazione universale è un fenomeno affascinante dell' arte meditativa. La visione del divenire dell' Universo è immersa nel sentimento di sacralità, tant'è che viene celebrata con riti di devozione e viene personalizzata con la rappresentazione di tre principali qualità divine: Brahma per la funzione creatrice di emanazione dell' impulso iniziale dal quale si originano le tre forze (guna) primordiali dell' Universo, il sattva, il rajas, il tamas; Vishnu come principio di coesione e regolatore del dinamismo vitale che procedendo da quelle tre forze determina tutti i successivi elementi dal più sottile al più grossolano aggregandoli nella moltitudine di forme animate e inanimate; e Shiva come forza di scioglimento di tutti i legami materiali e sottili fino all'azzeramento della matrice. Se comprendiamo che la meta della spiritualità yoga è il distacco assoluto, ovvero la liberazione della coscienza umana dai suoi legami con la matrice universale, allora intuiamo come la celebrazione di Shiva ovvero la meditazione sulla dissoluzione dell'universo sia l'ultimo sigillo della pratica meditativa. … Mentre Brahma e Vishnu rappresentano il samsara, cioè il divenire della manifestazione universale, ossia la matrice spazio-temporale sostenuta dalla legge del karma (o legge di causalità: cusa-effetto, azione-reazione, ovvero l'intrecciarsi di azioni interdipendenti che producono conseguenze che a loro volta danno origine ad altre azioni connesse tra loro) che diventa il velo illusorio (maya) nel quale la coscienza si identifica sia come “agente” sia come “fruitore” di eventi, perdendo la propria intima conoscenza di un Reale incondizionato al di là del piano spazio-temporale... Shiva rappresenta il distacco dal samsara, lo smascheramento dell' inganno, il disvelamento di maya, la dissoluzione dello spazio e del tempo, il risveglio della conoscenza innata, la Liberazione dell' Essere... Roooonfffff … Buonanotte... Roonff ….... ffff ...

lunedì 6 febbraio 2012

Osho, vita e meditazione.

Osho, Vita e Meditazione. Conferenza gratuita Sabato 25 febbraio Ore 18.00. A Ravenna in Via Ravegnana 146/a. presso la Libreria Esoterica ALEF. Per ascoltare i discorsi di Osho, ricordandone le tappe fondamentali della vita dedicata all' insegnamento della meditazione come cammino di liberazione dell'essere umano. Ogni sua parola ci conduce verso la soglia della trascendenza, così questa conferenza sarà un evento di pratica esperenziale di quella conoscenza silenziosa che rievoca l'infinito. Portate anche l'occorrente per scrivere.

mercoledì 28 dicembre 2011

Yoga e Chakra : Il Seminario a Ravenna.

DOMENICA 12 febbraio 2012 : Movimento. Respirazione. Rilassamento. Percezione. Comprensione. Ispirazione. Realizzazione.






Un percorso di coscienza d' anima. Seminario Yoga e Chakra. Promosso dalla SCUOLA DI MEDITAZIONE ATMANYOGA. Domenica 12 Febbraio. Inizio Ore 9.30 conclusione Ore 18.30. Presso la Libreria Esoterica ALEF di RAVENNA. Iscrizione 50 euro. Cell.: 340.5140439.

martedì 6 dicembre 2011

Amore esclusivo e incondizionato.


L' amore esclusivo non è mai incondizionato, e l' amore incondizionato non è mai rivolto al particolare, non conosce nomi né forme né il loro divenire. L'amore esclusivo è il fiume d'energia che scorre entro gli argini di volta in volta modellati dalla mente che discrimina un tratto da un altro, l'amore incondizionato esonda da ogni corso, esula da ogni pensiero, non distingue nulla e circonda tutto.

sabato 3 dicembre 2011

Meditazioni per iniziati.


Possiamo concepire il cammino della meditazione in quattro livelli: il primo per iniziati, il secondo per praticanti, il terzo per maestri, il quarto per liberati. Si inizia con le meditazioni più semplici e diffuse, usando immagini, visualizzazioni, pensieri guida, per sintonizzarci sulle qualità spirituali che creano in noi l'ambiente interiore più idoneo alla pratica delle meditazioni del livel...lo superiore. Qui espongo molto brevemente un percorso ideale per iniziare con le 4 meditazioni di primo livello.

Meditazioni per iniziati:
Meditazione dei Paesaggi dell'Anima (M.P.A.)

Meditazione Sono Pace (M.S.P.)
Meditazione delle Qualità Spirituali (M.Q.S.)
Meditazione dei 5 Elementi (M.5.E.)

Senza pretese, né verso di te né verso la meditazione, saranno la curiosità, il gioco, il piacere a muoverti nel viaggio di inizio; allora scopri il fascino di un paesaggio (M.P.A.) e parti liberando la fantasia, creando una storia di immagini e sensazioni al di là della mente razionale e discorsiva. Impara a usare la naturale facoltà della visualizzazione e nota come essa possa ricreare il tuo sentirti in un modo piuttosto che in un altro: l' immagine è molto molto più potente della parola, ti sarà utile imparare a usarla per il bene. Come fare? Dopo aver scoperto come sia facile aprire le porte ai viaggi di immagini e sensazioni, vai oltre e permetti al tuo essere puro di diffondersi abbracciando l' esistenza: sii pace (M.S.P.) e porta pace. Con questa meditazione comprenderai come la pace non è solo uno stato esterno delle situazioni, non è una parola, un concetto, una legge etica, o una condotta morale; la pace è una forza. Questi sono i primi passi dell' insegnamento, passi che riducono l' egemonia della mente concettuale e ci portano a vivere con più coscienza le dimensioni dell' immaginario, dei sentimenti e delle energie eterne dentro di noi, alle quali abbiamo dato il nome di valori, o virtù, o qualità spirituali: iniziamo a connetterci con la forza trascendente della pace che vive in noi, e apriamoci a ricevere le altre forze risplendenti e risananti. In seguito potrai scegliere di volta in volta una lettera del tuo nome (puoi sperimentarti anche con tutto l' alfabeto) e meditare sull'energia della qualità spirituale (M.Q.S.) che spontaneamente fluisce in te e la cui voce inizia appunto con la lettera prescelta. Quando in meditazione sperimenterai la dolce energia di queste virtù dentro di te sarai pronto per volgere la tua consapevolezza sui 5 elementi: terra, acqua, fuoco, aria, spazio; allora scorgerai dietro ad essi altrettante qualità trascendenti che ne reggono la manifestazione, medita sui 5 elementi (M.5.E.) e realizzerai l' essenziale origine divina di tutta la creazione: le stesse qualità che sono in te pure sono nella natura.

giovedì 24 novembre 2011

La Meditazione e lo Yoga: bibliografia.


CONSIGLI PER LA LETTURA

Vi presento una selezione di testi fondamentali per esplorare il mondo della meditazione e dello yoga. Per cogliere l'autentico spirito di questa pratica interiore sii inizi con la lettura del maestro Osho. Volendo applicare i principi yoga nella vita di tutti i giorni si seguano le indicazioni di Chopra. Per confrontare i postulati della psicologia occidentale con le sue psicoterapie, con la psicologia orientale con le sue pratiche di sviluppo umano, si consulti Goleman. Con Lamparelli abbiamo un'opera agile da leggere che ci presenta un accurato sunto di tutte le tecniche di meditazione, dallo yoga allo zen. La lettura di Nisargadatta diventa la tua personale conversazione con questo maestro spirituale. Hookham ci introduce alla pratica della meditazione buddhista tibetana di consapevolezza dello dzogchen. M. Vinti e P. Scarabelli ci presentano i famosi aforismi di Patanjali sullo yoga raccogliendo una selezione dei migliori commenti della tradizione. Con Sankara e Sadananda, entriamo direttamente a contatto con la conoscenza razionale e visionaria degli antichi padri dello yoga nella sua forma più elevata e trascendente, il vedanta. Con Vivekananda riflettiamo sulla Conoscenza rispetto a noi stessi e al mondo in cui viviamo: “Cosa sappiamo veramente?”. Kriyananda ci offre un testo, poco maneggevole, ma completo, che abbraccia tutto il Raja Yoga, da esercizi fisici e di respirazione, a ricette vegetariane, a preghiere, riflessioni filosofiche e meditazioni.

Osho: “Che cos'è la meditazione” (Mondadori).
Deepak Chopra: “Le 7 leggi spirituali dello yoga” (Sperling).
Daniel Goleman: “La forza della meditazione” (Bur).
Claudio Lamparelli: “Manuale di meditazione” (Mondadori).
Sri Nisargadatta Maharaj: “Io sono Quello” (Ubaldini).
M. Hookham: “L'apertura mentale la chiarezza e la sensibilità” (Ubaldini).
Patanjali: “Yoga Sutra” (Mimesis).
Sankara: “Aparokshanubhuti. Autorealizzazione” (Asram Vidya).
Sadananda: “L'essenza del Vedanta”(Asram Vidya).
Swami Vivekananda: “Lo yoga della conoscenza” (Ubaldini).
Swami Kriyananda: “Raja Yoga” (Ananda Edizioni).


lunedì 7 novembre 2011

Evoluzione. Progresso. Trascendenza.


L' evoluzione, come ci viene presentata dal modello scientifico, è una faccenda che riguarda i lentissimi cambiamenti genetici di adattamento all'ambiente che avvengono all'interno delle specie viventi, in modo da innescare di volta in volta dei miglioramenti competitivi che ne garantiscano la sopravvivenza in condizioni mutevoli che possono diventare critiche.

Il progresso, come ci viene presentato dal modello culturale dominante, è il cammino della civiltà umana nell'opera di manipolare con processi tecnico-scientifici la natura, per ottenere nella maniera più economica una quantità crescente di prodotti per il mercato; è la formalizzazione di processi ed istituzioni socio-amministrative per controllare e far funzionare la crescita sociale entro i paradigmi del sistema di sfruttamento economico orientato alla competitività ed al profitto.

Il progresso, così inteso, riguarda la visione prevalentemente economicistica dell'esistenza, mentre quel genere di evoluzione è inerente alla natura biologica.

Possiamo limitarci a vivere in questo quadro di riferimento, lasciando ai lunghi tempi dell'evoluzione biologica e alle innovazioni del progresso scientifico, l'opera di tratteggiare il panorama futuro dell'esistenza. Oppure possiamo comprendere come vi sia anche un'altra forma di evoluzione e progresso che chiamo trascendenza.

La trascendenza, come ci viene presentata dagli insegnamenti dei maestri, è di pertinenza dell'autoconsapevolezza individuale, non è data dal patrimonio genetico con cui siamo nati o dalle nozioni culturali acquisite dalla civiltà in cui viviamo; ma è la tua aspirazione a voler conoscere autenticamente chi sei: quindi purifica innanzi tutto la coscienza per affinare la chiara visione, e poi con distacco inizia a vedere senza operare distorsioni i movimenti interiori della tua mente.

Mentre l'evoluzione e il progresso sono cambiamenti epocali e storici che ti coinvolgono insieme ad una marea di altri esseri viventi, il cammino per la trascendenza è una missione individuale, i passi per procedere nell'opera trascendente nascono dalla verità interiore dell'essere cosciente.

Per esempio quando sul piano materiale si acquista un bene, come un elettrodomestico o un'automobile o un sistema di riscaldamento, e questa scelta viene indirizzata da valutazioni di minor impatto ambientale, minor inquinamento, minor impronta ecologica, minor consumo energetico, ecco che la coscienza sta abbracciando una visione olistica della realtà, questa visione è parte di quel Risveglio che apporta lucentezza, espansione, serenità e potere introspettivo, qualità necessarie alla realizzazione della trascendenza.
http://www.atmanyoga.it/pages/corsi_meditazione_yoga_ravennapag.html

sabato 5 novembre 2011

Sono Pace

Inspiro ed espiro gratitudine fluendo nel momento presente
Sono pace nella posizione seduta dello yoga
Sono pace nel mio corpo
Sono pace nel scivolare via delle emozioni
Sono pace con tutti gli esseri in meditazione
Sono pace con il vento che soffia
Sono pace con il traffico per le strade
Sono pace giorno dopo giorno
Sono pace con il mondo e la sua storia
Mi assorbo nell'oceano di pace donando pace

Onde di vita

Storie antiche dell' India raccontano come gli yogi muovendosi in realtà restano fermi, e stando fermi in realtà vanno lontano. "Onde di vita" è la meditazione che crea l'equilibrio tra movimento e immobilità, tra il mistero del raccoglimento interiore e l' armonico fluire nelle meraviglie dell'esistenza. Questi satsang di meditazione si svolgono a Ravenna.  

video

giovedì 3 novembre 2011

Perché?

Perché noi italiani troviamo normale che debbano essere i capi a decidere le misure che dovranno regolare la nostra vita, mentre in Grecia si ritiene che queste misure debbano essere approvate democraticamente con un referendum popolare?

mercoledì 2 novembre 2011

Perché?

Perché c'è così poca serietà verso ciò che è importante?